fiume

fiume
fiume della vita

giovedì 18 settembre 2014

LA SAPONETTA LASCIATA












Non si cancella facilmente l'apparente banalità di una dimenticanza.  Fosse pure una saponetta scadente che ci meravigliò non poco.  Tardai a sbarazzarmene e quando fui costretta a farlo restò per sempre la sua impronta d'ombra. Ombra con strani segni grigi e marroni come di scrittura in sancrito tutta da interpretare a mò di gioco o di segreto contenuto fra un segno e l'altro.  Ancor oggi mi muove un sorriso o forse un riso coi dentini appena  un poco fuori com'è per la mia nipotina quando gattona. Un ritmo misterioso, strano, appena accennato,quasi una danza che trova la sua origine in un antico tempo.


 Mirka


Larghetto ( Conzert F.dur -G. F.Handel   )






Preludio dalla suit in sol mag  bach


7 commenti:

  1. L'associazione di queste tre foto è stupenda, non dico altro.

    Andrea

    RispondiElimina
  2. Onorata ANDREA e...non aggiungo altro. Mirka

    RispondiElimina
  3. Che bello immaginare una saponetta che confidava in un orgoglio nascosto .Baci. Mariù

    RispondiElimina
  4. Ma guarda cosa può ispirare una saponetta scadente! Provo a comprarla anch'io?...Chissà, che non trovi anch'io la strada verso l'arte sopraffina. Sergio L.

    RispondiElimina
  5. Uh MARIÙ! Orgoglio scadente?...Baci,Mirka

    RispondiElimina
  6. SERGIO caro,tu l'arte l'hai già col fare di fino quello che ogni giorno fai. Bacio,Mirka

    RispondiElimina
  7. GRAZIE A TUTTI VERAMENTE DI CUORE,Mirka

    RispondiElimina