fiume

fiume
fiume della vita

sabato 20 aprile 2013

MA SI PUO?!... VERGOGNA!

non è stao solo un leader di partito,"moderno",bensì un uomo attuale,consapevole,in altri termini,della superiorità politica del  presente del livello del suo partito e della società nel suo complesso rispetto a lungimiranze moderniste anche se non compreso da molta parte dei suoi stessi compagni.Ma questo era ENRICO BERLINGUER.






Il Partito che un tempo fu anche il mio Partito,il PD,oggi si è frantumato,e macchiato della più vile delle azioni,fuori da ogni logica, rigore e idealismo su cui poggiano le sue radici storiche. Nel "coccolare" miseri personalismi e "affarucci" interni o subito dopo frontiera,ignorando la REALTA' del popolo che piange,si dispera,si uccide,infischiandosene della fedeltà dei suoi elettori che,malgrado tutto e ciononostante gli hanno accordato fiducia e fiducia. Ora il Paese è a terra.Il mio Paese.

C'era dolore misto a rabbia,questa mattina nella piazza.  Lo stesso dolore  che si prova per una perdita grande.Lo stesso dolore che avrebbe sentito,in profondità,anche mia madre,Enrico Berlinguer,quello che sento io sino all'umidità delle ossa. Gli occhi no.Quelli sono secchi e duri.

L'opportunità di far dimenticare i molti errori,passati e presenti,c'era. Quella di far convergere tutti i voti su STEFANO RODOTA'.Un costituzionalista dal luminoso passato (nostro) e integerrimo come lo è stato Giorgio Napolitano.  Perchè non l'hanno permesso?... Cosa si nasconde nella partita a scacchi che confonde disorienta anche l'istinto più esercitato a vedere negli interstizi delle crepe?...Perchè ancora una volta  non si è voluto tenere conto il BENE DEL PAESE anzichè quello d'un partito ormai povero persino di credibilità nel chiaro d'una stanza di Riunione o nel proprio buio personale?...

Questo mi domando apertamente voltandogli le spalle nella "presente" ora, mentre la GENTE CONTINUA A MORIRE per fame,per lo sconforto senza speranza,per l'irresponsabilità cinica  di chi li ha svenduti.

Mirka Bonomi

22 commenti:

  1. Come da ultimo saluto che ci siamo date,anch'io sento rabbia mista a dolore. Una ferita aperta,che sghignazza,appunto. Già.Perchè non Rodotà?...Lui rappresenta tutti quei valori della nostra Costituzione avente come diritto,quello popolare,nella sua trasparenza. Adatto allora a difenderla e a garantirla attraverso una democrazia decisionale, forte per il suo carisma personale e di onestà e non di casta partitica,di parrocchia o mediatica. Perchè allora si è dovuto ancora ricorrere a un presidente già uscente e,che con inappellabili motivazioni, giuste, aveva chiuso e dato addio? Cosa c''è nel chiuso delle stanze? Ti abbraccio.Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel chiuso delle stanze GRAZIA c'è il nero dello sporco.Noi però ci abbracciamo forte e guardandoci negli occhi.Mirka

      Elimina
  2. .Perchè ancora una volta non si è voluto tenere conto il BENE DEL PAESE ?
    Me lo chiedo anch'io.
    Un caro saluto!
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un saluto a te CRISTIANA anche se affaticato per il peso dato a un Paese costernato e affranto che faccio mio,almeno per ora.Mirka

      Elimina
  3. Una tragica farsa a uso dei furbastri, degli affaristi e altro.Tutto e di più, meno il bene del Paese.Carlotta

    RispondiElimina
  4. (Ma si può?) Tua madre avrebbe detto così.Il guaio tremendo è che manca un'autentica identità politica, ma chiara a mantenere ogni privilegio,con tutti i mezzi,inclusa una falsa democrazia che mira a nascondere i reali obiettivi e scopi.Si.Vergogna! Affettuosamente e nostalgicamente.Av R.S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I "privilegi" forse anche rubati sono sempre i prioritari caro AVVOCATONE che affettuosamente abbraccio con chiaro dolore e vergogna,ovviamente non per me ma per il tanto ciarpame buttato in faccia alla gente che muore di fame da chi ne dovrebbe assumere tutta la responsabilità e non fa..Mirka

      Elimina
  5. Condivido ogni tua parola ,sdegno compreso,cara. Coraggio.....Baci
    Mary

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MARY...facciamo finta che anche un bacio virtuale salvi dall'ignominia diffusa.Mirka

      Elimina
  6. Come è stato giustamente scritto, è venuto il tempo delle scelte radicali (finita l'epoca dei salotti radical-chic con tanto di bertinottiana erre moscia e scarpe d'artigianato marchigiano). Sì, la gente si dispèra e si suicida, e muore di fame. Il cambiamento, lo scatto in avanti era ed è nello stato delle cose. Sono estremamente preoccupato per questa scelta di Napolitano a Presidente della Repubblica da parte di politicanti (quelli del PD) PEGGIORI di Berlusconi. Quest'ultimo porta dipinta in volto la propria ribalderia che tanto piace a buona parte degli italiani, oltre che ai suoi stipendiati. Ma quelli del PD, che hanno accampato una superiorità morale sull'uomo di Arcore, svendendo sottobanco le aspettative di tanti? miserabili sono, IMPERDONABILI! mi rimane la magrissima soddisfazione di non averli votati a febbraio scorso nonostante la mia storica appartenenza a una sinistra oggi distrutta. Che il diavolo se li porti dove non avranno più la possibilità di prenderci per i fondelli... ma chissà, intanto che io esprimo il mio disgusto, ecco "baffetto" alle prese con il suo già ottimo inglese, attendendolo probabilmente la Farnesina. Ah, l'astuto "baffetto" mancato lauerato che deve sempre dimostrare di essere il più intelligente di tutti, lui che poteva fermare Berlusconi nel 1996 come Presidente della Bicamerale! Non ho più parole. Mi sento vedovo di rappresentanza politica. A te un ringraziamento per questo post che consente a chi vuole di esprimere la propria indignazione.

    Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te ANDREA per questa passione vera e civile che affermi dove necessità richiede ed esige.Un grande abbraccio,Mirka

      Elimina
  7. Il più grave errore politico degli oppositori della sinistra (ma ci sono?) è stato quello di restare immobili di fronte alle ambiguità del PD e delle false democrazie,permettendo così il dilagare degli equivoci (solo?) creati dalla medesima classe dirigente e incoraggiando "parole transitorie" o formule politiche inesatte perchè non costruite con esattezza scientifica,radicalizzando così una situazione in decomposizione. Bisogna essere pronti alla rottura legandola alla prospettiva del maturare degli elementi senza lasciarsi dominare dagli sbandamenti che provoca la paura o l'incertezza per non avere chiari gli obiettivi. Salvatore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E che potevano mai fare depotenziati di tutto,a cominciare da quella legge elettorale truffa i lavori occulti degli "illuminati"?... Mirka

      Elimina
  8. Quante intese oscure e buie,nazionali e internazionali hanno infangato quello che fu l'unico Partito che aveva a cuore l'interesse dei lavoratori,delle classi più bisognose! Quanta impostura mediatica si è adoprata per far sparire i partiti d'opposizione (Rif.Comunista,PdCI,Verdi,IDV) anche se con errori fatti e da rivedere! E quante manifestazioni popolari messe a tacere senza che trovassero riferimenti di partiti! Quante conquiste di diritti storici cancellati,dando così l'avvio pieno alla'arroganza del neoliberalismo! Che possiamo dire allora su questo post che gronda dolore consapevole e muto??...Purtroppo è così.Il tempo dirà altro.Forse.Mario L.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già MARIO,venduti e comprati con l'autorizzazione della NATO della CIA e d'ogni SERVIZIO reso con abbondanza di favori a "loro" le briciole al Bel Paese.Mirka

      Elimina
  9. Speriamo subentri e vinca la razionalità "strumentale" fondata sui valori costituzionali,su quelli moral,i nell'attesa che anche la società,l'individuo,prenda un'altra strada evolvendosi per il bene di se,di tutti,del Paese..K.V.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. e possibilmente,anche son una vera identità ora imbastardita. Rivoltarsi e ritrovarsi comunque è una rivoluzione chenon fa parte del nostro patrimonio genetico,nè per predisposizione naturale tantomeno per mentalità capace di sgombrsi dai retaggi avuti in dotazione.Troppo pigri per farlo e forse con un pizzico di opportunismo che tanto comodo fa.Mirka

      Elimina
  10. Con l'augurio che siano chiari (almeno) gli obiettivi da raggiungere, sulla base delle reali risorse e una reale volontà.Debora

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e senza inventarsi una democrazia che non sia reale nell'interno come all'esterno.Si DEBORA speriamo nella buona volontà.Grazie,Mirka

      Elimina
  11. Speramo bene.I baciamano ci sono tutti,la propaganda mediatica è a sostegno del bene.Pensare che le Istituzioni italiane siano nemiche degli interessi popolari e del Paese è pensare negativo.E questo è male.Coraggio e avanti "in marcia verso il sole" diresti tu..Un bacio.Elsa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La strada si fa camminando diceva Machado e io m'accodo a lui dandogli delega piena.Bacio,Mirka

      Elimina