fiume

fiume
fiume della vita

sabato 13 aprile 2013

PAROLE SCRITTE COME PESCI NELL'ACQUARIO.

...e furono  le lucciole a cantare in quel piccolo occhio di luce


...e che vadano le navi in cielo disse l'occhio che guardava meravigliandosi di vedere le cose anche nel buio.




finalmente.
E con lui i colori di stagione.

Guardavo il prato con le margherite ancora chiuse
e un'occhio di luce che illuminava il prato.

Rivedevo la luna
ieri
sopra la casa dei vicini
che illuminava nel nascosto le finestre chiuse.

Mi son detta,
e un brivido m'ha preso insieme alle bagnate ossa.

Ma buttiamo all'aria le scarpe che puzzano d'inverno!
Calziamo i piedi al prato con tutta la sua terra canterina
sentiremo anche noi cantar le lucciole
in sù in giù e tutto intorno a noi 
col vento in poppa
le navi in cielo, Mozart a nuovo maestro.

Mirka


" Adagio"K.488 " ( Concerto n.23 e 21-. W.A. Mozart)



Note : Nei contrasti di uno stato d'animo altalenante, son venute fuori come  note di jazz  ( e con   fatica per via dei capricci di una connessione bastardina e senza far troppo caso a stilea  rima o sintassi) queste parole sicuramente non perfettamente intonate, ma spontaneamente sincere.nel piacere "mio" d'accompagnarle a delle fotografie e a della buona musica che m'auguro sia sempre gradita

20 commenti:

  1. Splendore fluido e inconfondibile in questi versi, nella musica,nelle immagini che invitano e parlano.Enrico S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per la tua generosità,ENRICO.Abbraccio e sempre un'evviva.Mirka

      Elimina
  2. Infatti,guizzano come pesci,le tue parole o come navi in cielo.Bella questaultima immagine.Un abbraccio.G.M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel prima o nel poi tante scie di navi nel cielo lo diventeremo tutti.Non lo pensi anche tu,G. a meno che non si preferisca la terra o qualche anfibio che guizza per poi finire in padella e...Ciao,.Abbraccio,Mirka

      Elimina
  3. Un bellissimo affresco di rinascite che coinvolge e porta a nostalgie.Un abbraccio.Elsa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se la nostalgia è come un vento dolce,ben venga,cara ELSA che abbraccio anch'io.Mirka

      Elimina
  4. Hai descritto la ballata della vita.Segno che tu ne trabocchi,nel vecchio come nel nuovo.Baci.Grazia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono nata nella stagion dei fiori,GRAZIA e come tale sento.Baci,Mirka

      Elimina
  5. È davvero un bel post sia per le foto che per la musica, ma mi è piaciuta tanto la poesia perché c'è tanta giovinezza e primavera dentro.

    RispondiElimina
  6. Tutto qui è bellezza vista e immaginata.I suoi versi bellissimi, le foto che fanno sognare,Mozart diventato familiare a me che mi sono nutrito solo di jazz,nomadi,Guccini, Grazie..Giorgio S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono contenta GIORGIO per queste piccole scie luminose.Grazie,Mirka

      Elimina
  7. Come sempre mi fai ridere.Non però quando vedo le tue foto e ascolto la musica che posti. Stupende.Un bacione.L.S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Con me LILLI e,lo sai bene,si fanno anche risate di pancia poi poi viene il serio si.Baci,Mirka

      Elimina
  8. Tu sei questa.Terra.Cielo.Sole.Pioggia.Allegria.Malinconia.Scanzonata mentre non ti sfugge nulla.Complimenti per tutto.Ornella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero ORNELLA,anche "scanzonata" quando il peso o la noia mi prendono i pensieri o il velo dell'anima.Grazie,Mirka

      Elimina
  9. "...Calziamo i piedi al prato con tutta la sua terra canterina...": com'è bello questo verso, diretto e messaggero di un primaverile slancio nonostante la consapevolezza!come si percepisce subito un sorriso-prato interiore sideralmente distante dai salottieri ammiccamenti...le foto, poi, sono particolarmente suggestive. Un abbraccio

    Andrea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. O il Poeta che sa cogliere la centralità nel nucleo di sostanza! Un abbraccio a te ANDREA,Mirka

      Elimina
  10. "Calziamo i piedi al prato". Una chicca di vera primavera.Brava ghepardina! Carlotta"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e bando alle "spine" poi.Baciotto,Mirka

      Elimina