fiume

fiume
fiume della vita

sabato 3 giugno 2017

CIELI E SPONDE DI MEMORIA






Misteriose alchimie invadono
in su il calare della sera

Ultima energia di Libertà serale che si insinua
Coattiva
nel l'innocenza fatta carne
sul soffio di giorni mancati dove
la volontà distrugge il lamento tentatore di
Cieli abbassati su sponde di memoria.

E non si sa se sia la calma del vuoto o
il pieno di una Forma riflessa 
in mille occhi che
scintillano di eternità
senza più il pianto ma
nel cerchio chiuso di un qualcosa
 che alla gioia assomiglia
 mentre si congiunge al l'infinito su
 unite sponde dove  guida la nostalgia 
 a un possibile cielo.

Mirka 

"Nostalghia" (Oleg Tarkovsky)


Nessun commento:

Posta un commento