fiume

fiume
fiume della vita

domenica 6 luglio 2014

SCINTILLA DI RITROVATA VERGINALE INNOCENZA









E intanto sperimentavo la grandezza di ogni creazione. 

Piena di ritrovato stupore verginale.

Come pianta carnivora mi abbeveravo al tutto 
scintilla di intelligenza sotto a un cielo stellato.

Unica condizione d' innocenza
per assolvermi da ogni peccato.

E fu  solo Consolazione e Gioia.

Mirka


"Aria" (Variazioni Goldberg- J.S.BACH)




9 commenti:

  1. Bella poesia, respiro pieno e superamento d'ogni attrito. La seconda foto ci racconta poi in modo veramente originale il dialogo fra la terra (protesa) e la luna. Di Bach inutile dire... grazie per questo post!
    Andrea

    RispondiElimina
  2. Grazie a te ANDREA per questi cari interventi. Mirka

    RispondiElimina
  3. Conquista difficile raggiungere lo stato d'innocenza. Eppure è possibile. Basta collegarsi a ogni cosa come bisogno di verità insita nella reale esperienza dell'insieme. Armonia che esclude ogni scossa, ma se anche a sorpresa avvenisse,costantemente la si affronta e la supera e infine la si trascende. Come del resto fece Gould in tutta la sua vita studiando,sentendo Bach come unico elemento a cui affidarsi per assolversi da ogni mancanza. Sergio L...

    RispondiElimina
  4. Che belle foto! E che profondità di significato la poesia. La memoria ricondotta alla sua vibrazione originale. L'unica condizione che assolve da ogni peccato,appunto,per diventare un canto di preghiera. Salvatore

    RispondiElimina
  5. Una metafora metafisica volta al riconoscimento di una condizione essenziale per giungere al pathos originario trasformato in armonia attraverso e dentro lo spirito di innocenza. Grazie infinite per questo post dolcissimo,le foto,la musica. Maria

    RispondiElimina
  6. E chissà SERGIO che la ricerca di armonia,anche inconsapevole,non sia l'origine di un'autentico stato di grazia del quale sentirci debitori e costantemente in collegamento. Mirka

    RispondiElimina
  7. Forse che a ogni nascita non si prega SALVATORE? Tutto ci è stato dato per capirne l'originario senso del riconoscerlo e grati moltiplicarlo con la memoria intelligente che fibrilla felice sulla limpida coscienza. Grazie grazie di cuore. Mirka

    RispondiElimina
  8. Forse neppure tanto metafisica cara MARIA ma semplice ritorno al nostro logos originario. Baci,Mirka

    RispondiElimina
  9. Bella. Anche noi vogliamo augurarci di poter ritrovare questa innocenza,nella rigenerazione intellettuale.nelle trasformazioni sociali,nel presagio di una umanità piena di senso vivificato dalla terribile esperienza della solitudine non comunicante,nel coraggio di uno spirito guerriero che si slancia in avanti,sicuro di trovare la verità nella catena della fratellanza.. Grazie per questo Bach. L'unica possibilità ora che ci porta a sperare. Giorgio S.

    RispondiElimina