fiume

fiume
fiume della vita

giovedì 20 ottobre 2016

MARE IN MEMORIA



Fu carezza o infinita onda di uno stesso mare?    Non saprò mai che tutto,  ora,  è sangue di memoria dove alba e tramonto s' incrociano e tutto riluce screpolato di colori.  

Mirka  


"Mi par d'udire ancor"  (Pescatori di  perle-  Georges Bizet)

4 commenti:

  1. Unspecie di brodaglia primordiale col passaggio di nuvole azzurre che scorrono veloci lungo tutto il corpo e si commuovono ancora quando trovano perla in prossimità del centro...Ti abbraccio carissima col ricordo più intenso.E grazie per questa divina interpretazione di Gigli. Elsa

    RispondiElimina
  2. Durevole è ciò che vive nella memoria e riesce ad andare nella profondità del mare dove si fondono i valori dell'ispirazione bellezza e una sofferta umanità. Un abbraccio affettuoso. Sergio

    RispondiElimina
  3. Pressapoco è così carissima Elsa che con piacere sempre ritrovo per abbraccio e familiare ironia comune

    RispondiElimina
  4. Sergio carissimo, l'unico valore al quale io mi aggancio è la verità sentitaoltre le grida del contrario La prima e ... l'ultima. Affettuosamente bacio 🍷

    RispondiElimina