fiume

fiume
fiume della vita

lunedì 21 gennaio 2013

L'ILVA E ALTRE REALTA'.






La vita non è uno scherzo.Prendila sul serio (come fa lo scoiattolo,ad esempio),senza aspettarti nulla (dal di fuori o nulla al di là). Non avrai altro da fare che vivere.La vita non è uno scherzo.Prendila sul serio ma sul serio a tal punto che messo contro un muro,ad esempio,le mani legate,o dentro un laboratorio (col camice bianco e grandi occhiali),tu muoia affinchè vivano gli uomini gli uomini di cui non conoscerai la faccia,e morrai sapendo che nulla è più bello,più vero della vita.Prendila sul serio ma sul serio a tal punto che a settant'anni,ad esempio,pianterai degli ulivi."  (Nazim Hikmet)


Piove.Forse insieme alla pioggia c'è mescolata anche della neve.  Sono infastidita solo un pò,così ho inforcato il mio solito passo di marcia. So che terrà,perchè questo è il mio ritmo naturale. Ho l'ombrello.E' di un rosa acceso come il ciclamino che mi hanno regalato a Natale.L'ho salvato dal gelo perchè sono stata tempestiva alle prime avvisaglie di afflosciamento.Ora lo tengo, caro come un bambino del quale se ne ha la responsabilità d'affidamento. So che rifiorirà.Gli altri che avevo sono tutti marciti.Erano sette.Belli,colorati,con le orecchie dritte e i foglioni verdi ma... e sono morti. Che dolore ho provato quando li ho visti tutti ammosciati e stesi.senza vita.Un dolore da non desiderare più di guardare fuori dalla finestra,perchè imbattermi nei loro mucchietti di marciume mi faceva troppo male. A mia discolpa,resta  il non poter portarmeli dentro la casa,almeno alla sera.I vasi sono fissati al ferro della finestra.Così alla prima gelata forte sono morti.

In lontananza sento nelle orecchie una sirena.Forse della polizia,forse di una croceRossa. In un piccolo centro come quello che abito,ora,le sirene si sentono immediatamente e il silenzio che ne segue,le amplifica come ululati che inquietano e fanno rabbrividire.  La gente  ammutolisce,si arresta nelle faccende incominciate e,se sta parlando smette e guarda il proprio interlocutore sgomenta,comunicandogli paura che poi riscontra essere la stessa sua riflessa nel volto dell'altro ,proprio in quel lampo bianco che gli ha visto passare sulla faccia.
Una gatta mi attraversa veloce la strada. Solitamente l'avrei salutata con un miaoooo.Non questa volta.  Piove e io debbo stare attenta a dove metto i piedi. Non vorrei fare come quella volta...
Arrivo sotto al portico.Chiudo l'ombrello.Lo sbatto affinchè perda i grumi d'acqua,cerco di tenerlo scostato dal cappotto.Non vorrei mi succedesse come quell'altra volta che,per tenerlo stretto mi sono bagnata anche il reggicalze,la coscia,i piedi e più sù un rosario di starnuti.     
L'occhio mi cade sulla bacheca del giornalaio. Titoli in grassetto Voto in tv.Berlusconi da record-Staccato Bersani  Dall'Italia fuga di Capitali  Marchionne indignato, Algeria la strage degli ostaggi  Tav.Indagati dirigenti Coopsette La Corruzione non arretra.          Un mosaico che per associazione mi porta a Munch  Già.Perchè nella classifica di Trasparency International si dice proprio così.E cioè che siamo al 72 ° posto su 174 Stati.  Dopo le inchieste giudiziarie di ogni tipo,dalla corruzione alla prostituzione minorile,passando per concussione e falso in bilancio,la reputazione del nostro bel suolo italico sotto il governo di Silvio, alias Berlusconi non è stata delle migliori, tutto il globo terreste lo sa che non è fola da pifferai.Si sperava che la serietà del prof Monti,insieme alle misure drastiche e ai numerosi sacrifici richiesti al Paese riportassero almeno all'estero un sentire di credibilità e facesse in modo che il "bunga bunga" con il "cucù" alla Merkel restassero solo un imbarazzante ricordo,invece no.Gli scandali continuano e si assommano in cifre tonde (Lazio-Lombardia-'Emilia) dopo il relativo iter parlamentare (contorto quanto ambiguo) sulle norme anticorruzione con una legge talmente vaga e imprecisa da permettere valide ogni interpretazione.    Rido amaro e faccio il gesto per riprendere il passo che ho interrotto.    Sento delle voci alterate. Sono obbligata a fermarmi  Riconosco subito il timbro inconfondibile e un pò roco di un'amico. Come sempre è lui che tiene il banco.Gli altri lo contraddicono più per una vecchia usanza a farlo che per convinzione. ILVA -Genova-Novi Ligure- Raccanigi- Marghera-Patrica.Tutti posti altalenanti e tutti sotto il tiro del GRUPPO RIVA, criminali, come tutti coloro che l'hanno sostenuto.Dalla Pubblica Amministrazione,ai ricchi e al Clero.Perchè "coprire" anzichè sbugiardare un crimine come quello del Gruppo Riva  è rendersi complici del crimine,nè più nè meno E,tollerarla è solo  un tornaconto per spartirne i profitti dello sfruttamento.  E ora sulla piazza dei disoccupati in massa.     Eppure se si volesse  si potrebbero trovare i mezzi per risanare. Non li trovano per gli armamenti,le contribuzioni al riarmo USA e NATO per le "grandi opere" e grandi speculazioni,per le missioni militari all'estero,i regali alle istituzioni finanziarie europee e americane,i lussi e gli sprechi dei ricchi e della Corte Pontificia?...     Mi unisco all'amico dall'inconfondibile timbrica e dall'energia  medusa,dandogli ragione e caricando a mò di kalashnikow.
Incuriositi s'avvicinano dei volti.Alitano soffi di freddo,così con l'amico e il gruppo di prima c'infiliamo nel primo bar che troviamo Tra un caffè,amaro,e una brioche che impallina la gola si passa ad altro. E cioè tanto per non allontanarci troppo dal terreno zappato... si passa alla "Alleanza atlantica" con la tromba alla Nini Rosso e la grancassa a tutto spiano sull'efficienza militare,industriale-missili,droni,  sistemi d'armi e attrezzature d'altissimo valore strategico e quant'altro suona nella tromba dell'ammiraglio alla difesa Gianpaolo Di Paola sempre pronto a viaggiare e con i contatti (quelli che valgono,ovvio) sempre in faccia e via via sempre più allargati con i relativi beneplacidi e assensi a scopo collaborazionistico (partnership) fatta di esercitazioni (congiunte),in Sardegna e nel Tirreno,nel deserto del Negev e nel golfo di Haifa,con sperimentazione e acquisizioni  di più sofisticati sistemi import-export-caccia-satelliti-velivoli spia.  Certo che a testimoniarne la "serietà" e l'"onore" è per gli impegni presi nei principali teatri di conflitti internazionale,intrapresi dai precedessori (Afhhanistan,Libano.Siria,Balcani,corno d'Africa,Kenya e il martoriato Mali.    E già! Noi abbiamo la più grande delle industrie italiane Finmeccanica e,che,a livello globale è la più grande,il cui impiego è di 70.000 unità lavorative,un fatturato che vanta di oltre 16-17 miliardi di euro all'anno e di questo,l'80% viene dal settore sicurezza e difesa (G.Di Paola)

Lo sbriciolamento della brioche ha formato delle palline che grattano grattano la gola.  Qualcuno mi batte delicatamente la schiena,altri mi porgono dell'acqua.    
Continuo ancora per un pò portando l'argomento sulle prossime Elezioni  che mi sanno tanto di truffa. (I giovani studenti che sono all'estero "Erasmus-più di 20.000 e che non possono votare, Candidati inquisiti o con sospetti gravi,3 -4 leader,tra i quali l'elettore è chiamato a scegliere,senza alcuna relazione a programmi,valori,comportamenti,soluzioni,assenze di spaccati reali della nostra realtà complessa e variegata,assenza di comunicative libere ma rappresentative da parte delle minoranze antagoniste con diritto a comunicare,Costit. Art 21-43 e,che,non rivendicarlo significa inficiare Art e Costituzione,Identità Antifascista,Conflitti d'interesse).

L'area montiana (Monti,PD,UDC,SEL) sostenuta dalla confindustria di Marchionne e di Montezemolo,e dal Vaticano,insieme a tutti i supporter della NATO  e della troika (FMI/UE/BCE)

l'area berlusconiana e leghista, che,dietro lo schema politico-ideologico della UE,della NATO e di Monti,lo critica solo per sostituirlo al governo e per strumentalizzarne la politica antipopolare

L'area più o meno antagonista,che si oppone alla UE,a Monti e alla NATO,rivendicando diritti costituzionali e civili (come il reddito minimo garantito),legalità,giustizia sociale e giurisdizionale (Grillo; Ingroia con IDV,PRC e PcCI; Marco Rizzo; Ferrando...),ovviamente opponendosi anche a PDL e Lega

Beh! Superando sconforto e rassegnazione basta ragionare,lucidamente e razionalmente,con la propria testa e,decidere per il rischio minore,no?...

Saluto tutti e  esco dal bar che nel frattempo si è affollato,troppo,per il mio gusto di solitaria-socievole e,m'incammino verso la porta con un'unico pensiero sorto all'improvviso "Nel campo avevo un quaderno,non più di venti righe.Avevo troppa paura,il fatto stesso di scrivere era sospetto.Non erano appunti,tanto sapevo che non avrei potuto conservare nulla.Se non nella memoria". (Primo Levi-Intervista)

Mirka


"Va pensiero sull'ali dorate (Nabucco-G.Verdi)
  

22 commenti:

  1. Dobbiamo "reagire" per non rituffare il paese nel fondo dal quale non si sale.Impedire che ogni "polisson" venga a galla e si senta un despota monarca.Cio.Enrico

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e reagiamo",ENRICO, perchè vi siano meno "polisson",molto meno "giochetti",zero "gazzabuglie mixtum compositum,più giorni di "verismo" costruttivo.

      Elimina
  2. La verità si stabilisce attraverso la polemica e i "fatti", chiari,razionali,inoppugnabili,coerenti ai programmi e all'identità individuale/personale.Dobbiamo si parlare,ma col coraggio del confronto,scontrarsi e forse anche ferirsi,dibattersi per convincere,sempre che si si creda in quello che si porta dentro, trasparente nelle realtà esterne e strettamente connesse una con l'altra.K.V.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto KLAUS,chiari prtogrammi sul lavoro e sulla dignità della persona,stop al precariato,fermi "inoppugnabilmente alle truffe che si perpetuano,premiare le imprese che investono in ricerca e creano occupazione a tempo indeterminato,anzichè premiare (a vita) chi ha scaldato la scranna in parlamento,tagiare le spese militari a partire dall'acquisto dei caccia bombardieri F-35,ritiro delle truppe italiane nei cruenti teatri di guerra,rivedere tutti i programmi della TV che fa melò o schifii e,dare un'identità politica coi NO oppure coi SI.Ma...Mirka

      Elimina
  3. Gli intriganti delle "diplomazie" si sono talmente impigliati nelle loro reti che i risultati sono sotto gli occhi.Speriamo che le coalizioni intelligenti fiutino il pro e il contro.Grazie.Enrico S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pare caro ENRICO che,le bastonate non siano stete sufficienti nè al sedere,nè alla testa,e neppure al sospeso del droghiere,ahimè e ancora ahimè! Però speriamo che vinca la razionalità e il buon senso.Mirka

      Elimina
  4. Auguriamoci di non essere degli asini teutonici,ma neppure dei servi ammaestrati. Significativo quel Va pensiero di Muti.abbraccione.Mary R.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ridicola quanto assurda,l'astratta furria insurrezionale di chi crede di cavalcare l'onda anzichè affogarvici.Evvai con Muti e un caloroso ciao a te.Mirka

      Elimina
  5. Pare che prosperino solo le speculazioni e il commercio di bugie,eppure votare si deve.Elsa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speculazioni e bugie giocano in casa e girano a "sproposito" nella parte più vulnerabile di chi si è rassegnato all'esercizio del "molle" invece che.del DecisoChiaro.Mirka

      Elimina
  6. Non voglio commentare nel merito le cose che dici e sulle quali mi trovo in gran parte d'accordo, ma farti i miei complimenti per la capacità che hai di coinvolgere chi ti legge, ad un certo punto mi sono ritrovato anch'io in quel bar a sentire e partecipare, tanto era vivida e viva la tua descrizione. E' sempre un piacere leggerti...
    Luigi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie LUIGI se in qualche modo t'ho fatto immaginare tutto un piccolo mondo che brulica in una piccola città di cui ne faccio parte e che,ancora ha il suo "senso" la "piazza", il battersi,bene o male non so,ma per idee e valori che accomunano l'insieme.Mirka

      Elimina
  7. non c"è nulla di nuovo sotto il sole da che mondo e mondo l"uomo ha dominato l"uomo a suo danno e tutto un correre dietro al vento ,nessuno e ingrado di portare ciò di cui abbiamo bisogno ,ne di togliere la fame,le guerre,le malattie ecc...ogniuno di questi governi ,sono come specchietti per le allodole tanto per farci cadere nelle loro trappole,di potere, ma solo a loro vantaggio,perchè su di loro c"è il prima IO e poi agli altri le briciole ,che sono sempre più amare,che nemmeno con l"acqua come dicevi tu con la brioche, che rimaneva in gola vanno giù cene vorrebbe un secchio ma forse neanche allora scenderebbe ,ti saluto e ti abbraccio forte la tua srellina caty

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Caty,mi hai citato l'Ecclesiaste e te ne sono grata. "...Ma il cuore del sapiente conosce la legge e il fato...Ogni cosa ha una legge fissa perciò il male dell'uomo è senza fine...e nessuno può niente sul giorno della morte...Ai timorati di Dio a cui la sua presenza timore impone io so gli toccherà ogni bene...ma l'empio ne sarà privo...E TUTTO VIDI NELLA CERAZIONE DI DIO"
      Per concludere,infine con un pò di mio,ti dico:" se è vero che molto c'è di falso e di distorto,sia in materia di valori che di fatti reali e,tanta (enorme) la responsabilità di chi detiene i mezzi e l'intelligenza per rivoltare tutto sto "marciume" di teatro mal fatto,resta,purtuttavia l'imperativo "categorico" del singolo,a sganciarsi da omologazioni e barbaglie,operare in modo diverso,affinchè gli venga assicurato,almeno,un riposo senza farmaci o senza l'incubo alla Munch.
      Con affetto baci,Mirka

      Elimina
  8. Madonna, cara Bianca, che analisi puntuale degna del miglior giornalismo. Dunque, non ci resta che piangere; ovvero, non ci resterebbe che piangere se avessimo ancora lacrime; ma non ci sono rimaste più manco quelle. Se credessi in Dio, penserei che schifato si è voltato dall'altra parte, ma non credo manco più negli uomini. Qua sta a crolla' tutto: si salvi chi può!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh da qualche giornale ho attinto,visto che attentamente sbircio là dove posso fiutare della buona informazione.Per il resto,senza interrogare la famosa "palla",affidiamoci al giudizio politico dei posteri,nel mentre si elabora per trasformare,omogenizzare secondo un "lento" processo di sviluppo organico e anche fisiologico che inevitabilmente condurrà,prima o poi,dal semplice "senso comune" a un pensiero,coerente a se stessi,almeno"ovvero alla propria capacità d'essere "diversi" ragionando e agendo conseguentemente.Mirka

      Elimina
  9. Annotazione quasi banale ma doverosa a margine di quanto è stato detto finora: a dichiarare "impresentabile" Cosentino ed altri, è stato il Berlusca, dall'alto (sic!) dei suoi 67 (se non vado errato) processi: questo, il Belpaese avvilente in cui ci tocca comunque votare, a breve (avendo comunque orrore per l'astensionismo). Ciò premesso, devo ancora una volta complimentarmi con te, Mirka, per il movimento narrativo del tuo scritto, che porta il lettore dalla "periferia" verso il centro della città in cui vivi dove ci si scalda ancora al fuoco della discussione politica e civile...quasi a suggerire una reificazione dell'agorà, di quel "centro" innanzitutto della nostra interiorità così annebbiato al tempo d'oggi...

    Andrea

    RispondiElimina
  10. Proprio cosi,Andrea,una cittadina di provincia,civile,capace d'indignarsi,"con passione",sul perchè si sia dato tutto quello spazio,a Berlusconi e,permessogli di candidarsi,inquisito e con tanti gravi processi in corso.Grazie,Mirka

    RispondiElimina
  11. .......e candidati che non si squaglino quando viene il momento di battersi.Un antifascismo che non si riduca a un'ombra del passato,ma che prenda coscienza d'ogni crisi per rifarsi nella sua opera riformatrice,dai fondamenti su cui è nata la nostra Costituzione.Fabrizio D'Avossa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. COme non concordare con te,FABRIZIO che saluto con "la speranza che delude sempre". Mirka

      Elimina
  12. I buffoni mediatici,le loro bugie,i meccanismi truccati che danno consistenza a quello che c'è già.Consapevoli anche di tutto questo,che si sappia dire la nostra col voto o tirando per i capelli qualche "capo" che non mantiene quello che ha promesso.Che tutti paghino a partire dai Riva e dal suo seguito di lestofanti. Infine m'auguro con tutta la forza del mio intelletto perchè non siano ammessi nessuno reo anche solo per sospettato, neppure a dar loro spazio nelle tv.Con grandi dubbi... ..Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MARIA sfondi una porta spalancata! Ciao,Mirka

      Elimina