fiume

fiume
fiume della vita

mercoledì 27 aprile 2016

LAMPO SENZA IL FRAGORE DEL TUONO







Ho riposto nel cassetto  
ogni percepita  verità 

  le     raccoglierà 
il lampo dell'ultima ora 

  o come gelide braci danzeranno
 sulla bocca attonita dei passanti

qualcuno incredulo le raccoglierà
 o  si divertirà come fosse il gioco 

di una luce improvvisa (S)puntata
 su un inedito brivido un pò strano

 un calendoscopio puntato
al centro di un puntino acceso.    



Mirka


Nessun Dorma  (Turandot -G. Puccini)



4 commenti:

  1. Versi un poco ermetici ma che portano a presagire che qualcosa di essenziale mai supposto prima si scoprirà nell'ultima ora,o dopo per coloro che resteranno, sulla quale,in modo del tutto naturale lavoreranno in profondità,scoprendone inedite ricchezze e forse anche una bellezza non vista prima. Strepitoso Pavarotti in questa romanza da vincitore. Brava!Sergio

    RispondiElimina
  2. Chissà che solo in punto di morte non si diventi quasi tutti eroi e scopritori di verità senza più temere di chiamarla col suo vero nome intuito sul brivido gelido apparso all'improvviso sulla pelle?! F.

    RispondiElimina
  3. Per chi resta, se vuole, ci sarà sempre qualcosa da scoprire e che scoprirà, forse chinando anche la testa ma liberando il cuore con le lacrime. Per chi se ne va, invece, si porterà con sé anche il riflesso dell'ultima verità. Sempre un'Evviva e un bacio Sergio malgradotuttoeciononostante

    RispondiElimina
  4. Eroi su quel brivido si F. ma ahimè anche impotenti

    RispondiElimina