fiume

fiume
fiume della vita

domenica 29 dicembre 2013

E "LEI" RICORDAVA QUANDO BALLAVA IL TANGO



Lei  ricordava quando con due bimbi per braccio ballava il tango e Ordinava il D'accapo quando si arrivava al Fine.

Oggi a Lei  pesa la Bimba bella che tiene sotto la Grand'Ala del suo Cuore   e pesa l'orsetto bruno di peluche tenuto tra i dentini biricchini  per fare ridere e dar spettacolo a oltranza . Provò anche a ballare.  Si ricordava Lei quando era brava un Tempo ma  alla fine della Corrida sacra, cadde sfinita sul divano del salotto dove arrossata  si Ordinò la quiete.

Chiuse gli occhi e ricordò Lei nel suo vitino da vespa il rosso del vestito la lingua  senza sigilli le braccia cerchi di falco la primavera sangue d'allodola  Ali di farfalla i piedi fieri per nello stupore dell'inesausta scelta. Ridevano i piccini per gl'intrecci dei piedini e il Mondo non aveva il Gran Finale ma solo il davanzale

E mentre Lei ricordava la geometria del "suo" gran Tango,una voce "non sua"  ninnava l'Angioletto tra un respiro caldo di Casetta  e un pò di pubblicità buona e salvifica per richiamare a sè la sospirata tregua su rime note d'ogni leggenda poesia che qui fa eco al dormi tranquilla asciutta Lines notte pensa a tutto...

Il cielo era d'un viola da Vigilia come di anima che si sfiora e nasce sul fiato di un'unico  respiro  le idee d'un viso come stelle di confino tra Realtà e Sogno   Intenso l'Odore d'alga e il  fiore di Passione.

Lei ricordando...  fu felice che fosse così.      Si disse:  "C'è un Tempo bello per tutti sotto il Cielo o in una Chlorophora excelsa che vive dentro a ogni  cuore  .Godetelo pienamente quando vi arriva.  Sarà veloce come spinello si, e  puledro che scandisce il Tempo nel mito d'una rosa anche d'inverno...mentre una lacrima le sarà cuscino di rugiada"     E Lei con questo augurio inviato dal profondo della pancia, riposò tranquilla ringraziando Dio Esidale e qualche frutto tenuto sempre in serbo per chi ne è goloso ma nel segreto custodisce e la bocca tien cucita.  Che anche nel nome di una nonna vive pur sempre quello d'una madre che nel segreto o no continua ad esser donna tra  la nebbia agli occhi e un pò di sole liquido in qualche muto angolo senza giochi di prestigio.

Mirka


"Sensual Tango" (La cumparsita) 



6 commenti:

  1. Secondo me, non esiste ballo più sensuale del tango; è la versione lirica di un amplesso. "è un'ostentazione, un'offerta, un invito al congiungimento carnale". La Cumparsita poi è la regina. .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...Lei si che se nè intende! AUGURI,Mirka

      Elimina
  2. Un post fresco come una rosa di maggio. Baci.Elsa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ...e "lei" sentiva il frescoFreddo dell'inverno ricordando il caldoFuoco della rosa di maggio.Mirka

      Elimina
  3. Come sono giuste le sue considerazioni sul tempo. Godiamolo nelle sue varie stagioni e che si sia felici così. Sempre conturbante il tango apprezzabile in ogni stagione anche se con qualche riserva nel tempo maggiore.Enrico S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Oh si ENRICO godiamo tutte le stagioni perchè qualcuno ha anche detto che qualche frutto nell'età pensionabile c'è. Sicuramente l'arancio da spremere sino all'ultimo goccio. Il Tango?...Brividi sempre ma con misura nel tempo major. Saluti,Mirka

      Elimina