fiume

fiume
fiume della vita

domenica 7 dicembre 2014

LA TELEFONATA





 Mi sono svegliata con l'eco di una telefonata. Un sogno che pareva vero e non lo era.. Ciao ragazza,come ti va? Bene. Qui ci sono tanti colori di albe meriggi tramonti talmente intensi e belli da bruciare gli occhi. Una bugia bellissima che poteva fare male solo a me stessa.   E tu? Bene mi mancano solo i tuoi sogni. Ma sono vecchio. Vecchio anche per questo. Quella voce non l'ho più sentita e ancora oggi mi chiedo se mai ci sia stata anche se so con certezza che da ogni anagrafe il suo nome è sparito per sempre. Nell'aria il rimpianto per non aver dato spessore di forza a quelle ali di gabbiano invecchiate dall'eternità del gioco. Righe luminose e d'ombra lasciate ora alla guerra tra vento e sole.  La mia stupida meravigliosa bugia che male doveva fare solo a me stessa.


 Mirka


 "Sogna ragazzo,sogna" ( R.Vecchioni)





iare

Nessun commento:

Posta un commento