fiume

fiume
fiume della vita

giovedì 23 aprile 2015

IL VESTITO VERDE CON LA MACCHIA INDELEBILE


Il vestito era di seta verde.  Verde come la prima erba quando la terra dormendo la prepara   la macchia gialla del colore del tempo e frastagliata nel suo moto ondulatorio come l'enigma di Cheope o di Chefren   un finale che sa d'eternità come il tempo fatto di tracce e cristalli di memoria    inutile nell'armadio sta ora il vestito  ma    quando inavvertitamente lo sfioro ritorna preciso il punto della macchia e un poco ritorno giovane e un poco la spingo via    aspide traditrice    che rinnova il ricordo della viola senza più la voluttà del suo profumo.  

 Mirka
"Marcia Trionfale"   (Aida -atto secondo  G. Verdi)























Nessun commento:

Posta un commento