fiume

fiume
fiume della vita

venerdì 3 aprile 2015

LA COPERTINA E AUGURI



Non erano di pregio le cose che lasciò.   Poche cose.   Una madia,un fazzoletto di merletto, una coroncina di granate,un limoncello col suo profumo allegro, un angioletto di porcellana,  i suoi occhiali fuori uso anche per lei,  un vaso di aloe a spilloni per le mani, un bastone per la sua vecchiaia con la testina gialla che luccica ancora,  una copertina di lana merinos fatta coi ferri.    Eppure fu lei, quest'ultima, a scaldarle il corpo e l'anima in una fredda notte di primavera salvandola dal gelo.

Buona Pasqua.  Con l'augurio per tutti che non manchi mai una copertina calda all'abbisogna.

Mirka



Notturno   (Op 9-n 2-F.Chopin)



6 commenti:

  1. Ognuno dovrebbe avere la propria copertina.
    Contraccambio gli AUGURI, con autentica ed 'annosa' simpatia.
    Cristiana

    RispondiElimina
  2. Ormai SIAMO ESSENZA di Violetta di Parma Cristiana che abbraccio con la mia copertina tenuta all'angolo come fanno i piccirilli dolci come ovetti de cioccolata al latte. Mirka

    RispondiElimina
  3. Troppo tardi per gli auguri, non ho fatto a tempo a scriverli, ma il post l'ho letto giorni fa emi ha commosso.

    RispondiElimina
  4. Grazie cara. Per gli suguri non importa, nel cuore il buono ce l'auguriamo ogni giorno, ma se leggenfo questo breve e piccolo post sul potere dell'amore portato in dono da una copertina insieme ti ha portato anche della commozione, ebbene mi hai fatto felice perchè qualcosa di vero è veramente passato tra di noi. Grazie ancora con un abbraccio. Mirka

    RispondiElimina
  5. Che il futuro possa essere prodigo di copertine per tutti gli esseri umani.
    Un abbraccio.
    Guido

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Guido. I miei auguri sono stati questi,appunto. Un abbraccio,Mirka

      Elimina