fiume

fiume
fiume della vita

lunedì 9 febbraio 2015

IL GELO CALDO DELL'ULTIMO SALUTO PARTIGIANO MAX



Faceva il volto di fiamma il tessuto gelido del vento di febbraio,quest'oggi,mentre tra una marea di gente che sbandava, salivo i gradini della lunga scala che portava al Campidoglio per dare l'ultimo saluto al Comandante Max Rendina.   O Partigiano mio Partigiano   È stato inevitabile allineare la Vita con la Morte. Camminavano insieme. Ma nella sua invisibile vena di ferita aperta e in questo bifronte parallelismo fu sempre la Vita a emergere sovrana e più splendente che mai uscita tra i fumi di macerie dove friggono i pidocchi e mai l'avranno vinta.  Mirka


 ",Un di all'azzurro spazio" (Andrea Chenier -U.Giordano)



2 commenti:

  1. un saluto di ringraziamento per il compito svolto con forza e coraggio, ad un uomo che ha tracciato un solco profondo dove hanno germogliato la libertà e l'amor di Patria.
    Un caro saluto
    Francesco

    RispondiElimina
  2. Mi unisco a te Francesco coi segni ancora freschi di luminosa rugiada. Grazie. Mirka

    RispondiElimina