fiume

fiume
fiume della vita

martedì 1 dicembre 2015

LA CACCA E LA FORTUNA












 Oggi ho pestato una cacca. Si proprio una cacca. Me la sono trascinata fin dentro a un negozio. Tutti ad indicarmela.  lì per li non avevo capito ma quando ho centrato l'obiettivo ho provato vergogna. Una vergogna grande e da innocente per il lavoro che avrebbero dovuto fare quei poveretti del negozio e il mio appena arrivata a casa.   A freddo mi son detta:"Ecco la cacca che governa il mondoben sapendo che invece era quella di un cane senza coscienza nè responsabilità. Però la connessione c'è stata.   Mi sono confortata su una diceria portata sempre nelle orecchie di quando ero molto piccola. "Pestare la cacca porta fortuna" Chissà.

Mirka











10 commenti:

  1. Vero e chi dovrebbe baciare la fortuna, se non una persona sensibile e profonda come te ?!?
    Un abbraccio.
    Cristiana

    RispondiElimina
  2. Grazie cara amica. Però però a volte è più facile trasformarsi in inguaribili pessimisti oppure diventare degli irrimediabili fatalisti. Per ora ho dovuto pulire la cacca. Un'abbraccio, Mirka

    RispondiElimina
  3. No,cara Mirka,non era una diceria ma una realtà. Un tempo i contadini nutrivano la terra con la cacca delle bestie e, con questo alimento si assicuravano ogni ben di Dio. Certo avere la cacca sotto le scarpe non è piacevole come non è piacevole sentirne la puzza altrove... Auguri col cuore di buona fortuna a te. Con affetto. Sergio

    RispondiElimina
  4. Poco piacevole sentirsi dentro la cacca,ma tanta fortuna a te,cara maestra di un bel tempo. Baci. Susy

    RispondiElimina
  5. È vero Sergio me l'ero dimenticata. Ma che bello anche questa tua immagine di vita reale anche se paassata. Grazie e bacione, Mirka

    RispondiElimina
  6. No, (piccola) Susy non è per nulla piacevole. Meglio rivivere altri Tempi e la Musica immortale. Baci.😻

    RispondiElimina
  7. Questa è vera arte che capace di trasformare in positivo una brutta avventura. Fosse così per questa società malata vuota e folle,anche se temo si debba aspettare il peggio. Però sperare e credere un fattibile rivoltandolo in positivo non può che far bene. Per te Theodorakis,Ovunque sei quando vorrai,ma sempre con la Danza di Zorba, con tutto il cuore. Nicola

    RispondiElimina
  8. Mutare un caso disgraziato in fortuna è il massimo dell'ottimismo,della fantasia e della fiducia nella vita,a costo di un'enorme sforzo di volontà e di lavoro. e allora buona fortuna. Col tuo Theodorakis vicino. Un bacione grande Mirka. Mi hai messo allegria e ti ringrazio. Mary

    RispondiElimina
  9. Strose To Stroma. Sempre. Credere È Non Sentire Il Tempo

    RispondiElimina
  10. Hai detto bene Mary. Il Mio Theodorakis. Lui non è mai uscito dalla mia vita. Chissà che non lo porti ancora per le strade del mondo

    RispondiElimina