fiume

fiume
fiume della vita

lunedì 9 gennaio 2017

PICCOLI ARCOBALENI SUL PRATO







Non canta più l'allodola al mio orecchio  né alla bocca la varietà d'uccelli   ne all'occhio l'allegria del fiore   né i passi  germogli anti soli    né l'antico pendolo che scandiva il tempo in sintonia col cuore e la follia del vino.  Ma rumori. I rumori si.  Estranei ai miei sensi su cui a ognuno gorgoglia va vita.  Ed è fastidio. Fastidio della Non vita ostentata  a verità    la Realtà del dolore che sento dentro agli occhi  troppo addestrati a ogni visione vicina o lontana.   Nel mentre le Bellezze , tutte, del mondo ho impresse in retina come in memoria incupita dal velo del singhiozzo   ragnatela rappresa e di meraviglia muta.  E pare persino che pesi un poco la nostalgia che continua a scendere in tanti piccoli arcobaleni depositati su un prato verde di rugiada   E intanto il pensiero andava a quella vecchia melensa e bigotta e mai stata donna che offrendosi  bon bon e biscotti cercava di spegnerne l'entusiasmo per continuare della tela il lavoro e che con gentilezza secca in faccia le chiudeva lentamente la porta.  Mirka




"Adagio" (Concierto de Aranjuez - Joaquin Rodrigo)





Nessun commento:

Posta un commento