fiume

fiume
fiume della vita

domenica 30 giugno 2013

RISVEGLIO


...e tutte le cose si collegarono l'una con le altre al fine di ricordarsi ognuna della propria  luce








L'alba separa dalla luce l'ombra così  mi ha zampettato nell'anima,quando il primo pedardo di luce  entrò nella  stanza scoperchiandomi gli occhi.
Ed ecco animarsi le cose.   Gli occhiali sul comodino, il libro caduto a terra, l'abbaiare d'un cane, i miagolii indistinti dei gatti, il coccodè al suo secondo di vittoria.       Solo il mio cuore si azzittiva.   Ma solo per far largo a quelle voci di vita .   Ovunque guardassi era oro.  Uh! mi dissi, che  sia  diventata oro pure io?     Ho annusato l'aria viziata della notte,giusto quel tanto per ingurgitare la mia essenza e trarne la forza per quel balzo fatto subito dopo.    Ho cercato di catturare  quello che vibrava nella luce e compresi che,ciò che vedevo non era che un'esplosione rappresentativa del cosmo affinchè mi svegliassi e potessi gioirne per un'altro giorno ancora.   Ero viva,e questo mi bastava, senza per questo sentirmi scema per aver dimenticato i crucci,tutti i crucci, oh quelli ci sono,eccome,come quel chiodo fissato al muro della casa illuminata dal primo sole, fissati nella mia retina e nelle ossa indolenzite.   E ancora una volta ho "scelto" .  La scelta della  coerenza.  Coerenza d'essere me stessa e vera nell'emozione che mi dava  quella luce mattutina.    Col suo eterno,dentro, il positivo buono in quell'attimo da vivere, con qualche brace, senza fumo, nelle cose che ho "qui", bagnate ogni tanto da qualche lacrima improvvisa e sincera.

E allora che sia per tutti un Buon Risveglio, al di là d'ogni sospesa  intenzione,l'abbrutimento di ragione o di coscienza,nell' impulso nuovo per portare a felice compimento il proprio giorno,la propria  vita filtrata dalla luce entrata da qualche fessura misteriosamente lasciata incustodita, nella consapevolezza che tiene conto d'ogni cosa.  Della sua brevità strettamente connessa l'una all'altra. E auguri.  Auguri soprattutto a me che il chiodo del "trasloco" è ancora ben piantato ma speriamo che me la cavi.

Mirka.




"L'alba separa dalla luce l'ombra" (F.P.Tosti-Parole di G.D'Annunzio)


12 commenti:

  1. E di che cosa PAOLA? Margherita Hack va ringraziata non io. Un caro abbraccio,Mirka

    RispondiElimina
  2. Nel suo risveglio c'è lo splendore dell'essenza. Gran bella foto e indicatissima la musica. Complimenti. Enrico S.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Obbligata ENRICO a ricambiare con sincerità l'omaggio immeritato.Mirka

      Elimina
  3. Tutti siamo intessuti d'oro quando l'anima è in armonia con se stessa e di riflesso anche con gli altri. Un risveglio che porta a sentire bene. Coraggio e auguri auguri. Con affetto. Maria R.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche agli "umorali" come me,MARIA, capita la frequenza di risvegli buoni e da regalare agli altri. Affetto rimbalzato e bacio,Mirka

      Elimina
  4. Bello. M'hai ricordato Kandinskij nel suo suono giallo. G.M.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kandinskij. Che magnifico accostamento G. che onora me e tutto il giorno.Mirka

      Elimina
  5. E' necessario dare senso a ogni nostro risveglio e riempirlo di tutte le cose viste e immaginate nella loro bellezza. Tu l'hai descritta. Baci.Orietta

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche se spesso non è proprio così ORIETTA cara alla quale riservo sempre il meglio.Mirka

      Elimina
  6. I tuoi risvegli danno valore ai pensieri,quelli necessari e che debbono restare. Per quella positività che fa parlare le cose,senza il pericolo che qualcosa si cristallizzi in sterili vanità. La tua è sincerità di un volto che non inganna. Abbraccione.N.Samale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vanitosa lo sono io carissimo NICOLA e questo basta e aVVanza- Abbraccione,Mirka

      Elimina