fiume

fiume
fiume della vita

martedì 30 luglio 2013

NON RASSEGNARTI ANCHE QUANDO LA SERA...




"E corri e corri
per raggiungere il sole,
ma sta tramontando
correndo in tondo
per rispuntare di nuovo alle tue spalle.

Il sole è lo stesso
nella solita via,
ma tu sei invecchiato...
Respiro più corto
e d'un giorno più vicino alla morte"  

"Roger Water-Richard Wright



Ma io dico

NON RASSEGNARTI MAI

nè alle sconfitte,nè alla paura di sbagliare ancora.             Non sei dio e non sei un robot. programmato a dovere di ultima invenzione.               Lascia che gli altri credano di sapere quello che preferiscono.     Mai sapranno veramente che .             solo il cuore avvicina alla tua gioia e la spartisce, lenisce le ferite in acqua da bere.              Ma.....nell'attesa del silenzio eterno,fa che, ancora,coi tuoi sbagli,ce n'è sia uno, ancora, degno d'una lacrima scappata all'improvviso nel silenzio della notte.

Mirka


"Wet Dream"  ( Richard Wright-Pink Floyd)






19 commenti:

  1. Risposte
    1. MARZIO vero chi? Richard Wright o quello che ho scritto io?...Mirka

      Elimina
  2. Non rassengarti a morire anticipandone la fine con la sfiducia. Avere invece la profonda coscienza che,amare la vita,supera il tempo scalzando quei confini del mondo che ci ha ferito,stimandosi perchè sfidandoci con la forza che si è conquistata, non ci si è arresi,anche sapendo di sbagliare ancora. F.

    RispondiElimina
  3. Un legame misterioso fa unire i Pink Floyd alla tua affermazione di vitalità tormentata. E in questa essenza mai del tutto svelata,ci sei tu,in alternativa a un pessimismo che cerca di riportare sempre e in ogni caso a una realtà in disfacimento,alla rassegnazione che "non" vivere sia sempre meglio che "esistere" sbagliando e ancora sbagliando. Salvatore

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si SALVATORE. Continuiamo a sbagliare e che il buon Dio ce la mandi buona. Grazie. Un forte abbraccio,Mirka

      Elimina
  4. Un corollario di trame che cerca d'interpretare la dualità delle cose. Un controcanto di un impossibile gesto eroico che purtuttavia s'impone con fierezza per la sua indomita fede nella vita malgrado i terremoti,le continue cadute. Tizzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ue TIZZI,come stai?... Il fazz continua a tirare?...Ciao con l'affetto di sempre bacio.Mirka

      Elimina
  5. Ben detto, Bianca, molto meglio una lacrima, che passare direttamente nel dimenticatoio.
    Sei forte!
    Cristiana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. forte come na lacrima Cristiana?...Ciao,Mirka

      Elimina
  6. Nell'incertezza che ha ogni viaggio,resta la speranza di scoprire un sogno che sbalzi proprio sulle ceneri brucianti di uno di quei tanti sbagli portati appresso o messi in valigia. Molto bello e stimolante la tua incitazione a non rassegnarsi mai anche quando la sera....G.M

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un sogno così grande G. che non tema la Sera. Mirka

      Elimina
  7. Ogni sbaglio genera dolore,ma ogni dolore crea la conoscenza che si coltiva nel silenzio di se stessi e forma altro. Ti abbraccio.Elsa fonda

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si cara ELSA,si coltiva in silenzio e nel silenzio mentre ci nutre.Bacio,Mirka

      Elimina
  8. Connessioni allegoriche e interessanti tra se e il mondo,permettendo questa bellissima riflessione esortativa. "Non rassegnarti mai". Ciao dolcissima.N.Samale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non rassegnamoci MAI ma accettiamo NICOLA,aggiungo con dolcezza moltiplicata dalla tua..Mirka

      Elimina
  9. "Lascia che gli altri credano di sapere quello che preferiscono" ma tu non avere paura a lasciarti scappare,nel silenzio, quella lacrima ancora salata di vita.! K.V.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma si KLAUS , nel tempo s'impara a (S) fottere i pregiudizi degli altri e vivere felici mai contenti del tutto. Mirka

      Elimina